Come Preparare Piatto di Pesce e Verdure

 - 

Ecco la ricetta del piatto di pesce e verdure con salsa all’aglio. Un piatto gustoso e saporito da servire come piatto unico. Leggero, circa 340 calorie a porzione, è semplice e veloce da preparare. Servilo tiepido con un buon bicchiere di vino bianco fresco.

Occorrente
1 KG di tranci di pescatrice e di nasello puliti e squamati
400 gr di calamari piccoli puliti
150 gr di cimette di cavolfiore
300 gr di fagiolini e carote
2 dadi vegetali
1 bicchierino di vino bianco
2 uova
4 tuorli
8 spicchi d’aglio
1 bicchiere di olio
2 cucchiai di succo di limone
Sale e pepe

Poni le uova in una casseruola, coprile con acqua fredda e falle rassodare 8 minuti dal bollore. Raffreddale, sgusciale e separa i tuorli dagli albumi. Sbuccia l’aglio e frullalo con un pizzico di sale fino e i tuorli sodi, aggiungi i tuorli crudi, frulla qualche secondo. Incorpora l’olio, goccia a goccia, sempre frullando a velocità bassa. Versa in una ciotola e insaporisci con succo di limone e pepe, mescolando con il cucchiaio di legno.

Pulisci i fagiolini e le carote. Riduci le carote a bastoncini di dimensione simile a quella dei fagiolini. Dividi le cimette di cavolfiore in due metà verticali. Lava e scola tutte le verdure. Porta a bollore in una grande casseruola 3 litri di acqua e il vino. Sciogli i dadi, fai bollire 10 minuti. Lava i tranci di pesce e i calamari sotto l’acqua corrente, strofinando i tentacoli con le dita, poi privali di occhi e becco.

Immergi i calamari nel brodo di dado e cuocili 10 minuti dal bollore. Unisci i tranci di pesce, fai riprendere il bollore e cuoci 10 minuti. Scolali con il mestolo forato. Porta a bollore 3 litri di acqua salata in una casseruola. Cuoci per 10 minuti le verdure e raccoglile con un mestolo forato. Adagiale su di un panno per farle asciugare. Disponi pesci e verdure su di un grande piatto, condendo con salsa all’aglio. Servi con un buon bicchiere di vino bianco.

In Casa

Come Preparare Polpette di Spinaci

 - 

Far mangiare le verdure ai bambini può risultare spesso difficile quante volte vi sarà capitato di tentare di dare loro qualche ortaggio e di vedere da parte loto un rifiuto categorico.

In questi casi la soluzione è solo una: quella di reinterpretare la verdura sotto forma di qualcosa di goloso e appetitoso, come nel caso di queste sfiziose Polpette di spinaci, tutte da provare.

Ingredienti
spinaci, 1kg
burro, una noce
noce moscata
patate, 2
tuorli, 3
parmigiano grattugiato
uova, 1
pangrattato
sale, pepe, olio

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dagli spinaci: fateli cuocere in un pentolino con abbondante acqua salata e, una volta morbidi, metteteli in una padella insieme ad una noce di burro e ad una spolverata di noce moscata.

Nel frattempo, in un pentolino a parte, mettete a lessare le patate. Una volta cotte, sbucciatele, schiacciatele con il passaverdura e versatele nella padella con le patate. Incorporate poi anche i tuorli e il parmigiano grattugiato. Aggiustate di sale e pepe.

Non appena il composto si sarà freddato, formate delle polpette che andrete a passare prima nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato, quindi cuocete in padella con dell’olio per la frittura.

In Casa

Come Preparare Fagiolini in Umido

 - 

La primavera è una stagione meravigliosa: oltre alle temperature miti che ci permettono di rimanere all’aria aperta, infatti, ci dà la possibilità di sfoggiare in cucina tutte le nostre abilità culinarie, grazie anche all’enorme offerta di ortaggi di stagione disponibili in questo periodo dell’anno con grandissima facilità.

Una di queste sono i fagiolini, un ortaggio dal colore verde smeraldo, ricco di vitamine e sali minerali. Ecco a voi, quindi, una ricetta sfiziosa per un contorno gustoso, perfetto da abbinare ad un secondo piatto a base di carne o pesce: sto parlando dei Fagiolini in umido.

Ingredienti
fagiolini, 800gr
cipollotti, 2
pomodori maturi, 300gr
sale, pepe, olio

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dai fagiolini: dopo averli lavati accuratamente sotto un getto di acqua corrente, privateli delle punte e versateli all’interno di padella dai bordi alti dove avrete precedentemente fatto rosolare il cipollotto tritato finemente insieme ad un paio di cucchiai di olio.

Fate insaporite i vostri ortaggi per un paio di minuti, quindi aggiungete 100ml di acqua e proseguite con la cottura a fiamma dolce e con il coperchio per 15 minuti circa. Aggiustate poi di sale e pepe.

Nel frattempo, in un pentolino a parte, mettete a sbollentare i pomodori; una volta che si saranno ben ammorbiditi, spellateli e privateli dell’acqua interna e dei semi. Schiacciateli per bene e aggiungeteli nella padella con i fagiolini. Attendete che il liquido di cottura si restringa, quindi servite.

In Casa

Come Abituare Bambino al Cibo

 - 

Hai preparato la sua prima pappa con tutto l’amore e le attenzioni possibili ma il tuo bimbo non l’ha apprezzata? Non disperare, è normale. Si tratta, per lui, di un grande cambiamento. Cambia infatti, la consistenza, il sapore e anche il modo di mangiare. All’inizio dovrai accontentarti di riuscire a fargli mangiare piccoli assaggi che lo aiuteranno ad abituarsi. Con un po’ di pazienza e qualche consiglio ce la farai.

La prima cosa che devi fare tua quando cerchi di abituare il tuo bambino al nuovo stile di alimentazione, è la gradualità. Devi necessariamente rispettare i tempi del tuo bimbo. Lo svezzamento, infatti, non ha degli schemi fissi e rigidi, ma va dal quarto al sesto mese d’età. Sarà comunque il pediatra a stabilire il momento migliore per iniziare. Se, per esempio, il tuo bimbo è allattato al seno, lo svezzamento può iniziare più tardi.

Inizia proponendo al bambino un alimento per volta. Come prima pappa puoi preparare una crema di riso stemperata nel brodo vegetale. Se gli piace, dopo qualche giorno prova ad aggiungere un omogeneizzato di carne. Prepara sempre piccole dosi, giusto per fargli assaggiare i nuovi sapori. Quando si sarà abituato, potrai passare ad un alimento nuovo. A mano a mano che il bimbo si abitua ai nuovi sapori devi cercare di proporgliene di nuovi, in modo da abituarlo a sapori diversi, dandogli così principi attivi diversi.

Non forzare mai il bambino a mangiare. Se usi le maniere forti costringendolo a mangiare qualche boccone gli farai vivere il momento della pappa come una tragedia, invece che come un momento felice. Non insistere e non t’innervosire, ma cerca di convincere il bambino con le maniere buone. Inventati qualche filastrocca, cerca di fargli scoprire i sapori, i profumi e i colori dei cibi. All’inizio dello svezzamento può essere la consistenza della pappa a provocare il rifiuto.

Quando prepari la crema di riso le prime volte, preparala piuttosto liquida allungandola con il brodo, in modo che gli sia più facile abituarsi al cambiamento. Nella preparazione possono essere utili strumento come l’omogeneizzatore. Per dettagli è possibile vedere questa guida sugli omogeneizzatori su questo sito. Se invece è il sapore sapido a non piacergli molto, prova con le pappe dolci tipo quelle a base di riso, latte, frutta e zucchero. Puoi anche provare ad addolcire la pappa mettendo un po’ di omogeneizzato di frutta che piano piano eliminerai.

In Casa

Come Preparare gli Spaghetti con le Vongole

 - 

Per cucinare piatti gustosi e che risultino gradevoli al palato della nostra famiglia o dei nostri ospiti, non occorre sempre essere dei geni del fornello. Il piatto che vi propongo oggi è semplice e gustoso, non richiede chissà quali capacità, se non un tantino di passione per la cucina. Si tratta degli spaghetti con le vongole, che si possono cucinare in diversi modi (c’è, ad esempio, chi preferisce aggiungerci dei pomodorini e chi no). Qui vi indico la modalità secondo me più semplici e che danno risultati davvero ottimi.

Occorrente
Per 4 persone: circa 500 grammi di spaghetti
Circa 1 kg di vongole (o una confezione di quelle già pronte)
Mezzo bicchiere di olio di oliva
2 spicchi di aglio
Prezzemolo, sale e pepe

Risulta essere sempre preferibile che tu acquisti le vongole fresche, ma, dal momento che non si trovano spesso ed ovunque, puoi utilizzare anche quelle che si trovano già “pulite” al supermercato. Se compri le vongole fresche, e quindi ancora vive, devi muoverti nel seguente modo: lava le vongole più volte sotto l’acqua corrente e ponile in una padella. Copri la padella con il coperchio ed accendi la fiamma, facendo cuocere per alcuni minuti. Questo farà sì che le vongole si schiudano con il calore. Ricorda che quelle che non si sono aperte non sono buone, per cui non tentare di aprirle a forza, ma gettale ed utilizza soltanto quelle schiuse. Non gettare l’acqua di cottura. A questo punto, estrai i frutti dal guscio e lasciane qualcuno da parte per decorare i piatti.

Le vongole sgusciate, a questo punto, vanno lavate più volte in acqua salata e poste successivamente in un recipiente. Il liquido di cottura che non hai gettato va adesso filtrato ed unito alle vongole sgusciate (naturalmente nella proporzione esatta, ma questo lo vedrai da te). Prendi una padella e versaci dentro mezzo bicchiere di olio di oliva, in cui poi devi far friggere 2-3 spicchi d’aglio spezzettati (dipende dalla grandezza). Quando vedrai che l’aglio sarà abbastanza colorito, abbassa l’intensità della fiamma e versa all’interno della padella le vongole con il loro liquido di cottura, facendo cuocere per 5-7 minuti, in modo che il tutto restringa per bene. Nel frattempo, dovrai mettere l’acqua in una pentola a bollire, dovrai salarla e, ad ebollizione, metterci gli spaghetti fino a che questi risultino al dente. Ti consiglio, prima di questo, di versare un cucchiaio di olio di semi all’interno dell’acqua, in quanto così facendo eviterai che la pasta durante la cottura si attacchi.

Appena tolta la pentola dal fuoco, prima di scolare la pasta versa un po’ di acqua fredda nella pentola, in modo da fermare la cottura. Scola gli spaghetti e versali nella padella, dove si trovano le vongole ed il loro sugo. Mescola per bene, in modo che la pasta prenda tutto il sapore delle vongole, e poni il tutto in una zuppiera. Prima di servire, cospargi la pasta con una manciata di prezzemolo fresco tritato e completa poi con una macinata di pepe. Ricordati di servire caldo, altrimenti gli spaghetti si attaccheranno l’uno con l’altro e risulteranno tutt’altro che buoni. Decora il tutto con le vongole intere che avrai conservato in precedenza.

In Casa